Chi compra toscano lo fa per sé. Mettere in tavola i nostri prodotti è un gesto semplice che possiamo fare tutti per salvare le imprese di casa nostra e i relativi posti di lavoro. Acquistare prodotti italiani è ora più importante che mai. Non ci possiamo più permettere di regalare nemmeno un euro acquistando roba fatta su Marte dove la cosa più genuina è la plastica dell’imballaggio. Ognuno deve fare la propria parte e in Toscana si compra toscano. Se ami la Toscana, il mangiar bene non dovrebbe aver segreti per te. Se invece da un po’ di tempo hai ceduto alle lusinghe di insipidi mangiari esotici (che vanno di moda ma godi di più se lecchi l’asfalto sull’Aurelia) beh, allora hai bisogno di un ripassino su dove comprare le specialità toscane. Dall’antipasto al caffè, tutti i pasti possono essere preparati gustando solo prodotti tipici toscani. Ecco di seguito le prime istruzioni per scoprire i migliori produttori toscani in azienda e online.

ANTIPASTO

Cominciamo dall’antipasto. Se nella sterminata tradizione della cucina italiana trova posto un piatto dal nome semplice e diretto come “antipasto toscano”, è perchè con due parole spiega tutto ed è già pronto in tavola. Formaggi e salumi della tradizione con qualche crostino sapientemente guarnito ed ecco che a dirla tutta si potrebbe far pranzo anche solo con quello. Siamo a Pontassieve in provincia di Firenze all’Azienda Agricola Podere Ruggeri, che è anch’esso luogo che si spiega da sé nell’indirizzo. Come non prendere sul serio una fattoria che si trova in Via dello Stracchino? Avvicinatevi quindi con fiducia a questa opportuna strada sapendo che si acquista in loco ma, contattandoli, è anche possibile per alcuni prodotti la spedizione a casa.

PRIMO PIATTO

Passiamo alla pasta, prodotto circa il quale l’Italia ha un primato assoluto. Poteva mancare una versione tutta toscana? No di certo. Siamo a Lari in provincia di Pisa, dove da oltre novant’anni la famiglia Martelli fa la pasta e la fa bene. Anche qui Nomen Omen, il Pastificio Artigiano Tradizionale Famiglia Martelli si trova, manco a dirlo, in via dei Pastifici 3, quindi non c’è modo di sbagliarsi. Girando per le vie dell’antico borgo medievale di Lari, un edificio tutto giallo con la scritta “Martelli, famiglia di pastai dal 1926” vi toglierà ogni dubbio. Se poi non riuscite a passare di persona da Lari (ed è un peccato), o siete fanatici dell’acquisto online, o abitate nell’Etruria non toscana tipo a Tarquinia, c’è una ottima opportunità in rete. Il Pastificio Fabianelli di Castiglion Fiorentino (AR), col suo sito pastatoscana.it, ha una sezione dove vi indica il punto vendita più vicino a casa vostra dove acquistare i suoi prodotti.

PORTATA PRINCIPALE

Arriviamo al secondo. Non me ne vogliano i vegetariani che invito a rifornirsi dalle tante fattorie del territorio che ormai fanno anche consegna a domicilio. E non me ne vogliano nemmeno gli orientalisti che amano quei piatti fatti di robe avvolte in altre robe ma qui ora si parla di carne. Se c’è una pagina web che mette appetito è quella della Antica Macelleria Stoppioni a Rignano Sull’Arno. Siamo in provincia di Firenze e secondo me molti di voi potrebbero facilmente raggiungerla di persona. Per quelli che invece hanno deciso di non uscire di casa è possibile acquistare online sullo stesso sito. Notate come al cospetto di questa qualità non ho mai nominato i fast food americani. Ecco, non mischiate questo e quello, non sommate le mele con le pere e non mi fate imprecare.

VINO

Fino ad ora abbiamo parlato di cibo ma quale vino ci abbiniamo? Guardatevi intorno perchè innumerevoli ormai in tutte le nostre località sono le botteghe dove si può acquistare il vino locale sfuso. In alcuni casi il rapporto qualità/prezzo è davvero eccezionale. Se vi trovate in Valdinievole, è il caso della bottega Solatio I° in Piazza Martini a Monsummano Terme (PT). Qui si trova un sangiovese a partire da 1,80 euro al litro che uno si domanda dove lo hanno trovato. Ve lo dico io, viene dalla omonima Azienda Agricola Solatio I° di Montespertoli (FI), un’ottima realtà toscana decisamente allergica alla grande distribuzione che ha altri punti vendita in Toscana purtroppo non molto pubblicizzati. Avrebbero bisogno di pagine web dedicate ma sono evidentemente molto concentrati sull’uva e questo me li rende ancora più simpatici. Nel punto vendita di Monsummano Terme si trovano anche altri prodotti a chilometro zero e della Montagna Pistoiese. Se poi vi ha dato nell’occhio l’immagine abbinata a questo post, con quella bella bottiglia di vino in primo piano, beh, quella è un’altra cosa, molto molto particolare. Si tratta di un Pinot Nero prodotto dalla Azienda Agricola Poppiena di Pratovecchio (AR) nel Casentino. Non è proprio quella che si dice una bottiglia da tutti i giorni ma vi assicuro che vale il suo prezzo.

CONDIMENTI

E veniamo al condimento. Può mancare l’olio di oliva sulla nostra tavola? Direi proprio di no. Se vi trovate in provincia di Lucca non vi sarà difficile raggiungere il Frantoio Sociale del Compitese in Via di Tiglio in località Pieve di Compito. Si tratta del tempio dell’olio d’oliva nella Toscana settentrionale e trattandosi di una cooperativa con moltissimi soci, si trovano anche altri prodotti locali quali legumi e confetture. Se poi avete proprio deciso di non muovervi di casa, fatevi un giro sulla pagina ilbottaccio.com una realtà della provincia di Livorno con un magazzino molto fornito.

DOLCE

E siamo al dolce. Ogni tanto vedo qualcuno che tenta di rifare in casa qualche torta americana vista nelle fiction. A questi la quarantena ha fatto male, è ora di tornare a farsi delle sane passeggiate nelle campagne toscane, oppure, in ottimi centri storici di città non congestionate quali Pistoia. Se non volete far dessert con le solite cose, o peggio, presentarvi a casa di amici con banali soluzioni o addirittura con la applepie ( o come si scrive) fatta da voi, scegliete l’eccellenza. In Piazza San Francesco a Pistoia la storica Confetteria Cioccolateria Bruno Corsini vi offre non solo il famoso confetto a riccio di Pistoia, ma tante golose soluzioni per tutte le occasioni. Dal 1918 Corsini è un nome e un prodotto con un appeal unico.

CAFFE’ E AMMAZZACAFFE’

E restiamo ancora a Pistoia per il caffè. Poche aziende possono vantare una storia che supera i cent’anni e tra queste c’è la torrefazione storica Moka Jenne. In attività dal 1878, Moka Jenne fa parte della Unione Imprese Storiche Italiane, e se vedete un bar che serve i loro prodotti sapete che non vi fermate a sproposito. Per quelli tuttavia che per trovare Pistoia devono impostare google maps, e per coloro che non escono di casa, i prodotti Moka Jenne si acquistano anche sulla pagina web dell’azienda, dove sono riportati anche gli eventi ai quali la storica torrefazione parteciperà. A questo punto ci vogliamo negare un ammazzacaffè? Qui le strade si dividono tra chi vuole gli amari e chi ama la grappa. Per chi gradisce l’amaro vi suggerisco una china. Non c’è bisogno di rivolgersi a prodotti d’oltralpe quando in Lunigiana, in quel di Fivizzano (MS), si produce l’ottimo Elisir di China Clementi. Fatevi una domenica in Lunigiana, o se proprio non volete lasciare il balcone di casa vostra, cercatela online dal momento che si trova presso vari rivenditori. Per chi ama invece la grappa o pensa addirittura di abbinare un vinsanto al dolce, la soluzione è poco distante da Altopascio (LU), presso l’azienda vitivinicola Tenute di Badia. Qui il prodotto di punta è il vino, soprattutto quello bianco, ma si trovano anche un ottimo vinsanto e una grappa che inglesi e scandinavi (che in questo caso se ne intendono più di noi) comprano a man bassa.

Insomma, io ho dato solo alcuni spunti. Ora sta a te guardarti intorno e comprare da chi produce in Toscana dando lavoro in Toscana. Se compri toscano lo fai per te, e se hai letto fino a qui sei pronto per leggere il Manifesto di Tuscandogma.

 

Foto di Luca Ciapetti da Pixabay